L’utile netto consolidato sale a 26 milioni e i ricavi superano 420 milioni – La Holding pronta a nuove acquisizioni

L’utile netto consolidato sale a 26 milioni e i ricavi superano 420 milioni – La Holding pronta a nuove acquisizioni

Il Sole24ore | 20 giu 2007

La Russia è la nuova frontiera: «La strada è aperta, il mercato delle armi sportive cresce, anche i prodotti più sofisticati, quindi più cari, si vendono bene. Nei prossimi mesi qui ci saranno novità per Beretta Holding» dice Pietro Gussalli Beretta, amministratore delegato di Beretta Holding. Si aprono dunque nuove strade per il gruppo bresciano che fabbrica armi da più di 400 anni e che è sempre rimasto sotto il controllo della stessa famiglia.
Ma la strategia non punta solo sul fronte russo. Anche la diversificazione dell’offerta è un obiettivo che interessa. Gussalli Beretta è molto esplicito: «Abbiamo tutte le intenzioni, le risorse e le energie – dice – per cogliere le opportunità di acquisire aziende che fanno prodotti complementari, in grado di integrare la gamma di offerta per i nostri clienti poliziotti e cacciatori. Siamo molto attenti al settore delle ottiche o all’accessoristica varia. Vorremmo diventare – aggiunge – fornitori completi di tutto quello di cui può aver bisogno un poliziotto o un cacciatore. Con una capillarità mondiale di punti vendita».

Vedi l’articolo originale cliccando qui

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi