Beretta sfida la crisi e fa shopping nella Silicon Valley

Beretta sfida la crisi e fa shopping nella Silicon Valley

Il Corriere della Sera | 13 apr 2013

Si tratta di un avanzamento importante nel mercato statunitense ed è sintomatico del peso sempre più rilevante che questo mercato rappresenta per la holding Pietro Gussalli BerettaStart-up anche per il mercato brasiliano

Una piccola società. Che in verità è una pedina necessaria e strategica per due motivi. Stare al passo coi tempi di un’implementazione tecnologica ormai pervasiva anche in un settore dai più percepito ancora come tradizionale. E mettere i piedi dentro un mercato potenzialmente ricchissimo ma strenuamente difeso da insormontabili barriere doganali.Beretta Holding, la capogruppo dell’impero che è sinonimo nel mondo di armi leggere, civili e militari, controllata al 97,1% dalla Upifra, società lussemburghese che fa capo alla famiglia Gussalli Beretta, ha infatti annunciato l’avvenuta acquisizione, per mezzo della controllata tedesca Steiner (binocoli), della Laser Devices di Monterey, California, specializzata nella produzione di sistemi di puntamento laser a uso militare. Un centinaio di dipendenti, 16 milioni di euro di ricavi, la Laser Devices è nata nel 1979 a pochi chilometri da cuore pulsante del distretto tecnologico della Silicon Valley.

Vedi l’articolo originale cliccando qui

Vedi l’articolo completo in pdf cliccando qui.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi